Commercialista Roma - Artigiani CommercialistaH24.itVantaggi:
  • Estrema semplicità della costituzione dell’imprese (iscrizione alla Camera di Commercio della provincia in cui intende avviare l’attività)
  • Autonomia e velocità nei processi decisionali
  • Velocità di costituzione d’impresa
  • Tenuta della contabilità estremamente semplice
Svantaggi:
  • Responsabilità illimitata nei confronti dei terzi, cioè il titolare risponde con tutto il proprio patrimonio personale nei confronti di eventuali creditori.In caso di fallimento i creditori possono rivalersi sui suoi beni personali (la casa, l’auto e su quelli del coniuge se c’è il regime di comunione dei beni).
  • Vi sono alcuni svantaggi di tipo fiscale: nel caso in cui si realizzino utili ingenti, questi si travasano interamente sul reddito del titolare il quale in tal caso potrebbe incorrere in imposte piuttosto cospicue a seconda dello scaglione IRPEF di reddito applicabile.

Commercialista Roma - Artigiano CommercialistaH24.itL’artigiano viene identificato attraverso la sua iscrizione all’Albo delle imprese artigiane.
Gli imprenditori artigiani, nell’esercizio di particolari attività che richiedono una peculiare preparazione ed implicano responsabilità a tutela e garanzia degli utenti, devono essere personalmente in possesso dei requisiti tecnico-professionali previsti dalle leggi di settore.

L’imprenditore artigiano può essere titolare di una sola impresa artigiana.

E’ artigiana l’impresa che, esercitata dall’imprenditore nei limiti dimensionali di cui all’art. 4 della L . 443/85, abbia per scopo prevalente lo svolgimento di un’attività di produzione di beni, anche semilavorati, o di prestazioni di servizi.

L’attività artigiana è regolata oltre che dalla L. 443/85 anche dalla legge regionale 10/2007.

In ciascuna Provincia, presso le C.C.I.A.A, è istituito l’Albo delle Imprese Artigiane, al quale sono tenute a far domanda d’iscrizione, entro trenta giorni dall’inizio dell’attività (vedi sanzioni ), tutte le imprese aventi i requisiti di cui agli articoli, della L. 443/85 ( legge quadro sull’artigianato e successive modifiche ed integrazioni).

L’iscrizione all’Albo ha natura costitutiva ed è condizione per la concessione delle agevolazioni a favore delle imprese artigiane; nessuna impresa può adottare quale ditta, insegna o marchio una denominazione in cui ricorrano riferimenti all’artigianato se essa non è iscritta nell’Albo.

ITER PER APERTURA DITTA INDIVIDUALE

Mettersi in proprio aprendo una ditta individuale è la forma più semplice e meno onerosa.
La costituzione della ditta avviene senza particolari formalità, è sufficiente:

  • Aprire la partita IVA entro 30 giorni dall’inizio attività
  • Richiedere la smart-card personale alla camera di commercio e/o altro ente incaricato
  • Iscrizione presso registro delle imprese e presso albi,registri o elenchi richiesti per l’esercizio dell’attività
  • Iscrizione INPS
  • Eventuale iscrizione INAIL

Entro 30 giorni dall’iscrizione alla camera di commercio è obbligatorio versare il Diritto Annuale relativo al primo anno che ammonta per le ditte individuali ad euro 88,00.